Patatine fritte: con l’olio extravergine più digeribili e sane

Le patatine fritte sono considerate alimento junk food, sopratutto se preparate nei fast food e consumate in fretta come unico pasto della giornata.
Uno studio italiano, realizzato dalla facoltà di Agraria delll’Università di Napoli rivaluta questo piatto fritto se cucinato con olio extra vergine di oliva. Le proprietà di un olio sano contribuiscono a rendere più digeribile il fritto.Friggere con olio extra vergine. Il dipartimento di scienza degli alimenti dell’università di Napoli ha preso in esame i cicli di cottura di una friggitrice domestica utilizzando olio extra vergine. Analizzando una cottura media non superiore agli 8 minuti, ogni 100 grammi di patatine fritte vengono estratti tra i 3 e gli 8 mg di sostanze antiossidanti, utili al nostro organismo.Il segreto è quindi l’olio, il principale responsabile dei danni alla salute di un eccesso di alimentazione di fritti. L’utilizzo dell’olio extra vergine è purtroppo una consuetudine ancora poca diffusa in commercio, il consiglio è quindi quello di godersi un piatto di patatine fritte fatto in casa cucinato per noi e per la nostra salute.

Giuseppe +39 348/9285238 | Monica +39 328/8912212