Prev
Next

4 Stagioni

L’Olivo: Una cultura che si perpetua nei secoli

Primavera

La pianta si risveglia e la linfa riprende a scorrere dando origine a nuovi germogli, le gemme si schiudono creando la “la nuova vita”.
L’oliva, frutto nobile e prestigioso, sin dai tempi antichi dà origine a grandi oli, grazie all’intuizione dell’uomo, al lavoro nei campi, alle innovazioni tecnologiche ed al rispetto delle tradizioni.
Ogni albero ha la sua storia.
Conoscere l’olivo ed il suo frutto significa apprezzare l’olio che da esso nascerà.

Estate

L’uomo entra nell’oliveto durante l’estate non soltanto per ammirare i colori e la vivacità degli olivi, deve svolgere alcuni compiti importantissimi: l’irrigazione, lo sfalcio dell’erba, e l’eliminazione dei polloni.
L’olivo che è in piena vegetazione fiorisce abbondantemente. Dai fiori impollinati, nella fase detta di “allegagione”, si sviluppano i grappoli di olive.
Successivamente il frutto si ingrossa e alla fine di settembre inizia “l’invaiatura”, questa è la fase in cui si ha la colorazione e maturazione del frutto.

Autunno

Finalmente è tempo di raccolta, una festa in cui speranze e sacrifici si mescolano al vociare degli olivicoltori.
Ogni attenzione è rivolta alle olive, bisogna fare in modo che arrivino intatte al frantoio.
Il momento della raccolta è l’incontro con il frutto, l’olivicoltore lo raccoglie con delicatezza, consapevole della sua preziosità.
In ogni frutto è racchiuso il lavoro di un anno ed un successo che si rivelerà tale soltanto dopo altri mesi di lavoro, questa volta nell’oleificio.

Inverno

In inverno l’olivo riposa, ma il lavoro dell’uomo non si ferma.
Viene effettuata la potatura, con la quale si eliminano i vecchi rami.
Altre due operazioni si affiancano a queste di manutenzione dell’uliveto: lo sfalcio dell’erba e la concimazione organica per ridare vigore al terreno.

Leggi tutto >>

Giuseppe +39 348/9285238 | Monica +39 328/8912212